HOME 2017-12-11T11:26:23+00:00

 

Dott.ssa Minerva Medina

Psicologa Psicoterapeuta Coach

“Ogni progetto psicoterapeutico è sempre personalizzato perché ogni persona è diversa.
Anche se i manuali di psicologia cercano di stabilire delle categorie valide per tutti, bisogna capire che sono solo maniere di mettere un po’ d’ordine dove regna il caos, e di creare strumenti che ci aiutino a avvicinarci alla complessità della sofferenza”.

[/fusion_text][/fusion_builder_column]

 

Come lavoro

Come psicoterapeuta cognitivista postrazionalista non pretendo di modificare singoli modelli comportamentali o singoli convinzioni disfunzionali. Al centro del mio lavoro terapeutico ci sono i processi emotivi come elementi strutturanti del sé nell’esperienza immediata che facciamo della realtà.

Le emozioni non le considero un sottoprodotto delle convinzioni, ma hanno un vero valore conoscitivo.
Ritengo siano centrali le dinamiche affettive.
Le persone nel loro processo di adattamento evolutivo all’ambiente sono viste come soggetti che attivamente elaborano e organizzano la propria realtà.
La mente è vista come costruttrice di significati. Il significato è ciò che da un senso di contituità e di coerenza alla nostra vita.

EMDR

L’EMDR è un approccio terapeutico utilizzato per il trattamento del trauma e di problematiche legate allo stress,
sopratutto allo stress postraumatico. L’EMDR si focalizza sul ricordo dell’esperienza traumatica ed è una
metodologia completa che utlizza i movimenti oculari o altre forme di stimolazione alternata destro/sinistra
per trattare disturbi legati direttamente a esperienze traumatiche o particolarmente stressanti dal punto di
vista emotivo. Dopo una o piu sedute di EMDR, i ricordi disturbanti legati all’evento traumatico hanno
una desensibilizzazione, perdono la loro carica emotiva negativa. Il cambiamento è molto rapido,
indipendentemente dagli anni che sono passati dall’evento. L’immagine cambia nei contenuti e nel modo in cui
si presenta, i pensieri intrusivi in genere si attutiscono o spariscono, diventando piu adattivi dal punto
di vista terapeutico e le emozioni e sensazioni fisiche si riducono di intensità. L’elaborazione
dell’esperienzaa traumatica che avviene con l’EMDR permette al paziente, attraverso la desensibilizzazione
e la ristrutturazione cognitiva che avviene, di cambiare prospettiva, cambiando le valutazioni cognitive
su di sé, incorporando emozioni adeguate alla situazione oltre ad eliminare le reazioni fisiche. particolarmente preoccupanti nella prima infanzia quando il cervello è estremamente sensibile all’esperienza.

[/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]